sabato 20 dicembre 2008



Accarezzami, amore,
ma come il sole
che tocca la dolce fronte della luna.
Non venirmi a molestare anche tu
con quelle sciocche ricerche
sulle tracce del divino.
Dio arriverà all'alba
se io sarò tra le tue braccia.

(Alda Merini)

Non avessi sperato in te
e nel fatto che non sei un poeta
di solo amore
tu che continui a dirmi
che verrai domani
e non capisci che per me
il domani e' gia' passato.

(Alda Merini)

Io non ho bisogno di denaro.
Ho bisogno di sentimenti,
di parole scelte sapientemente,
di fiori detti pensieri,
di rose dette presenze,
di sogni che abitino gli alberi,
di canzoni che facciano danzare le statue,
di stelle che mormorino all'orecchio degli amanti.
Ho bisogno di poesia,
questa magia che brucia la pesantezza delle parole,
che risveglia le emozioni e dà colori nuovi
.
(Alda Merini)

12 commenti:

desaparecida ha detto...

Rimango sempre sopraffatta dall'emozione quando la leggo.
La seconda non la conoscevo,che meraviglia.
Questa poesia mi rigira in mente da qualche giorno...te la lascio:

Gli angeli
medicano le piaghe di colui che cade
e inconsciamente si fa male per amore
perchè l'amore,
che è la tragedia dell'uomo,
è anche la tragedia divina,
quando in un impeto di violenza
Dio ha creato non tanto l'amore
quanto la follia dell'amore


Buona giornata :)

desaparecida ha detto...

ps=mi sono resa conto solo adesso del perchè clio sia così abbranzata....

JAENADA ha detto...

Leggendo il tuo commento pensavo che uno strano legame univa,involontariamente,questo mio post a quello precedente.Anche la Merini come Carmela ha frequentato le cliniche psichiatriche.Entrambe sono state considerate "pazze".

Bellissima anche la poesia che mi hai postato.La Merini è una vera miniera d'oro.Come Te del resto... :)

Abbronzatura integrale oltretutto :)
Per l'armonia dei nostri futuri rapporti però,ti pregherei di scrivere Clio con la maiuscola.Sai,in famiglia siamo permalosi e anche un pò presuntuosetti :))

desa ha detto...

Beh la pazzia e la normalità sono un così lungo continuum che,credo proprio,tranne i casi estremi,non siano così "oggettivi" da definire.

La Merini è una di quelle donne che,anche dopo anni,ti sorprende con qualche perla.

Chiedo venia per mio "pessimo" modo di scrivere.
Clio ha una splendida abbronzatura davvero!

(Fiuuu....armonioso futuro rapporto salvato)

JAENADA ha detto...

Clio: "Ego te absolvo in nomine Pater......"

desaparecida ha detto...

Umilmente ringrazio Clio per il perdono.




(permettimi....
dire "presuntuosetti" in famiglia,forse è un eufemismo ;) )

JAENADA ha detto...

Era semplicemente per adeguare il termine alle ridotte dimensioni fisiche della principale protagonista (della presunzione e della famiglia) :))

desa ha detto...

Ohhhh
tutto chiaro adesso. :)

Antonia ha detto...

L'ultima soprattutto è assolutamente meravigliosa.

Ho visto Alda Merini,una volta,al Senso della Vita di Paolo Bonolis.Credo di non aver mai posato lo sguardo su un viso tanto espressivo,due occhi tanto carichi di storie da raccontare,di conoscenza,consapevolezza,nostalgia ,ma nessun rimpianto.

Spero di invecchiare come lei.

Un sorriso.Antonia.

JAENADA ha detto...

Che coincidenza.In risposta al tuo commento al mio post precedente volevo linkarti un brano del "Senso della Vita". :)

In effetti l'ultima,oltre ad essere una poesia meravigliosa,sembra essere un vero e proprio Manifesto ideale.

Un sorriso.Jaenada.

Antonia ha detto...

La adotterò come preghiera del mattino.Così da non dimenticare cosa voglio da me stessa e dalla Vita.

Grazie di esserci,con le tue parole e la tua intelligenza.

Un sorriso ed un abbraccio.Antonia.

JAENADA ha detto...

Una perfetta preghiera laica che,dal mio punto di vista,si lascia di gran lungo preferire alle meccaniche,e ormai svuotate di senso,preghierine religiose da prima comunione.

Grazie a Te,mia cara.Un bacio.