lunedì 2 marzo 2009




Notti e notti la fronte tra le mani
chino, ho vegliato sui libri
ciò che cercavo non l'ho trovato,
ciò che ho trovato l'ho per anni da allora dimenticato.

Per notti e notti, con la bocca ardente
fui zimbello di belle donne
e mi fu svelato il mistero dell'amore
acceso di voluttà e ricco d'onore.

Per notti e notti assorto e solitario
nella notte confusa dal vino e dall'ebbrezza
ora siedo e mi sento sprofondare
e le sue luci ammiccan come spettri.

Sapienza tanto a lungo inseguita
parole, canzoni sono maturate in me,
ma le lascio silenziose e inespresse
ondeggiare verso i tramonti blu

(H.Hesse)

5 commenti:

Lara ha detto...

Giovinezza, dolce sogno?

...Sapienza tanto a lungo inseguita ...

Tocca il cuore questa poesia, Jaenada. E la foto è un altro sogno.

E' una fortuna che tu abbia deciso di scrivere su un blog :)

Grazie di cuore!

Antonia ha detto...

Splendida la poesia nelle parole.Splendida la poesia nella foto e nei suoi colori ...

Un sorriso.Antonia.

Spippy ha detto...

"Per notti e notti assorto e solitario
nella notte confusa dal vino e dall'ebbrezza.."

Compra una bottiglia di buon vino e dimmi a che ora e dove raggiungerti. Nell'ebbrezza e nella confusione del vino, almeno in queste, non bisognerebbe mai esseri soli. E Spippy avvinazzata, credimi, non è compagnia da snobbare ;)

JAENADA ha detto...

@lara: è una fortuna che tu abbia deciso di commentarlo :)

@antonia: splendida la mia figghiuzza :)

@spippy: "Spippy avvinazzata" è un pò come "Barbie parrucchiera",un must :)

"Volli spesso smorzare il mio fuoco nel vino,ma l'ebbrezza l'accresceva ed era fuoco nel fuoco".....dirigiti pure dove vedi delle fiamme divampare.Io sarò lì :)

desaparecida ha detto...

Credo di avertelo già detto che amo Hesse decisamente più come poeta che come scrittore.

La sapienza che è maturata,
ma,che rimane silenziosa e inespressa ondeggiando verso i tramonti...è un'immagine più forte e veritiera di quanto possa esprimere.

un bacio