lunedì 22 febbraio 2010

Questione di feeling




La simultaneità del piacere, dalla liberazione sessuale in poi, è assurta quasi a valore universale, oltre che a parametro talora imprescindibile per la determinazione dell’affinità e dell’intesa di coppia. Ovviamente non mi sfugge l’aspetto simbolico, oltre che organico, della contemporaneità in materia di godimento, sebbene la perdita totale di coscienza (non per niente i greci la chiamavano “la piccola morte”), sia pure limitata dalla sua accentuata brevità, garantisca, nel caso di godimenti sincronici, il più totale ripiegamento su se stessi e la corrispettiva assenza dell’Altro e per l’Altro, proprio nel momento in cui se ne auspicherebbe invece la presenza.
Ma veniamo a noi.
Una natura cinica e razzista ha sadicamente e irrimediabilmente impedito che io e Clio, nonostante una ventennale convivenza e una sostanziale comunione di beni e di intenti, potessimo suggellare la nostra reciproca e incrollabile “attrazione” attraverso gli stessi strumenti che sono invece potenzialmente disponibili anche alla più squallida e becera delle coppie umane. Non che la cosa ci tolga il sonno, però è chiaramente un esperienza comune che manca al nostro prolungatissimo idillio.
Oggi però è accaduto un episodio che rappresenta ai miei occhi una sorta di sublimazione. Sono andato in bagno per liberarmi dai liquidi in eccesso (quelli vescicali, intendiamoci. Non vorrei che vi lasciaste fuorviare dal tema in oggetto) e nello stesso momento in cui rumorosamente si fondevano i liquidi miei con quelli posti a fondo del wc ho cominciato a udire una sorta di eco a rumorosità ridotta. Ho allora realizzato che l’eco, che tra l’altro, a differenza di un eco vero e proprio, andava terminando in perfetto sincrono, proveniva dal bagnetto privato coperto della "splendida diciannovenne". Così, subito dopo esserci ricomposti ed aver scambiato un rapido sguardo d'intesa, ci siamo lentamente avviati verso la camera da letto. E lì, sul talamo matrimoniale, abbiamo fumato una sigaretta.

(Jaenada)

22 commenti:

Viviana B. ha detto...

Tu sei pazzo! Assolutamente!
Ma scrivi in modo sublime. E leggere le follie sincrone tue e di Clio diventa anch'esso piacere. Fuori sincrono, però! :-)

cristina ha detto...

Già da tempo notai che tu parli SEMPRE di Clio e non degli altri due figli e la cosa mi insopettiva...ora ho proprio la certezza che il vostro sia un rapporto incestuoso :P

JAENADA ha detto...

@viviana: Cerco solo di riempire il vuoto di fantasia dell'ordinario. Ecco, potremmo chiamarlo il "vuoto sincronizzato" :)

@cristina: Figli? Quali figli? Deve essermi sfuggita qualche paternità.....Maradona deve avermi influenzato più di quanto credessi....

Ross ha detto...

Pazzo non direi, ma a volte sei decisamente inquietante. La cosa più pericolosa è che non mi dispiace.

la signora in rosso ha detto...

se mangiate alla stessa ora... andate anche in bagno alla stessa ora... la mia in bagno mi graffia il rotolo della carta igienica... che voglia dire qualcosa?

JAENADA ha detto...

@ross: Contenta tu :)

@signora in rosso: Forse vorrebbe che usassi la lettiera anche tu :)

maria rosaria ha detto...

vissuto così è anche questo un atto d'amore... voglio dire un'unione completa, di testa e di pancia (di vescica, va').
sicuro che la "sigaretta" non ve la siete fumata prima?
;))

JAENADA ha detto...

Come disse la moglie di De Crescenzo in "Così parlò Bellavista" :"Io non mi mangio i peperoni perche mi restano sullo stomaco,figurati se mi fumo la marjuana..." :))

Antonia ha detto...

L'Amore ha infinite forme,e coloratissime ( e rumorose :D ) manifestazioni.
Immagino che,una tale comunione di intenti,una così viscerale sintonia nei gesti e nelle reazioni,si possa raggiungere solo dopo lunghi anni di profonda conoscenza e altrettanta intimità ...

:D

Un sorriso.Antonia.

Ps : scrivi meravigliosamente.Mi sposi? *_*

JAENADA ha detto...

Diciamo che è un mix tra affinità congenite e lunghissima frequentazione :)

Ps: Certo che ti sposo. Tra l'altro tieni presente che non spremo il tubetto del dentifricio dal mezzo,non lascio i calzini in cucina e so anche stirarmi le camice :)

giardigno65 ha detto...

ALTRO CHE MINA E COCCIANTE !

desaparecida ha detto...

Stavolta mi hai commosso!

Si che io sono un tipo sensibile e blablablabla…..ma stavolta è stata un’emozione speciale leggerti.
Si sente spesso di coppie che molto prima della famosa crisi del 7° anno lamentano come l’eccessiva intimità fra loro tolga piacere al rapporto.
Calo di desiderio.
E la “piccola morte” troppo breve per goderne.
Tu,invece, parli ancora di idillio.
Che meraviglia!
Mi fai sognare!

E la splendida diciannovenne è pure maggiorenne….
.
Rimango quasi senza parole…!

Felin-Consorte ha detto...

Tu sposi chi?

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Inquietante e geniale.
Ma soprattutto fuori come un balcone! :D

Antonia ha detto...

... e io sono bravissima ad ascoltare,e preparo i bignè più buoni del mondo :P
... senza contare che sono bellissima ... ma questo,per modestia,non lo dico :D

A quando la fatidica data???

Un sorriso.Antonia.

JAENADA ha detto...

@giardigno: :)

@desa: Non è tutto oro quello che luccica......
Che l'amore e il desiderio percorrano strade diverse è storia antica. L'amore vuole stabilità, conferme, perpetuazione di se stesso; il desiderio cerca invece l'imprevisto, l'insondato, la rottura dello schema. Io ho aggirato l'ostacolo attraverso un meccanismo arcaico e in verità un pò bieco. Ho relagato l'oggetto del mio amore in una virginale reclusione che vede sempre e solo me come protagonista della sua interruzione. Come nè "La prigioniera" di Proust, con Clio sommo il piacere di averla in casa a quello di "aver ritirato dal mondo, dove ciascuno poteva a sua volta goderne, la fanciulla in fiore che è....". Io mi concedo qualche piccola distrazione fuori casa con il conforto di saperla mia e lei sa che comunque vada è da lei che tornerò. Si dirà che il rapporto è un pò sbilanciato e puzza di vetero-maschilismo lontano un chilometro, ma volete che avendo avuto la fortuna di trovare l'ultima donna geisha d'occidente me la lasci sfuggire sotto il naso? :p

@felin-consorte: :)))

@jane: Facciamo che lo prendo come un complimento :)

@antonia: Nooooo,la cosa dei bignè non dovevi dirmela. Adesso va a finire che comincio per davvero a farmi degli strani pensieri in testa ;)

desaparecida ha detto...

Rapporto sbilanciato?
Puzza di vetero maschilismo?
Protagonista TU?
Il bel felino re della foresta?

Maddai jaenada....queste sono "malignità"!
Assolutamente!
:)

Felin-Consorte ha detto...

non fare il sornione,sai?!

JAENADA ha detto...

desa: Niente eh? Posso provare finchè voglio a farmi passare per ciò che non sono che tu mi sgami sempre..... Ma sarà poi veramente così? ;)

felin-consorte: FINANCHE (scusa,ma non riuscivo ad uscire dall'angolo) :)

desaparecida ha detto...

Sgamarti io???
Non credo proprio.

Semmai riesco ad arrivare ad un punto profondo,ma,dove c'è ampio spazio affinchè all'interpretazione sulla tua sottile ironia si possa replicare:
"Ma sarà poi veramente così?"

Lasciando tutto nel perfetto equilibrio iniziale!

Quindi...ben lontani dallo sgamare. :)

felin-consorte ha detto...

....mi disarmi così....querido!

JAENADA ha detto...

Querida!....