martedì 20 gennaio 2009




Tarquinio il Superbo

“Lo ricevetti (Berlusconi, nel 1990, alla vigilia della presentazione della legge Mammì, ndr) mantenendo un atteggiamento doverosamente istituzionale. Lui invece non smise un attimo di scherzare e far battute, cercando in ogni modo di accattivarsi la mia simpatia. Alla fine, con sguardo impassibile, gli dissi solo che avrei tenuto in debito conto le sue parole. Un commesso aveva appena aperto la porta per accompagnarlo all’uscita quando accadde l’incredibile. Berlusconi mi si inginocchiò davanti e, baciandomi la mano, mi disse: ‘La prego, ministro, non rovini me e le mie due famiglie!’…”
(Oscar Mammì, ex ministro delle Poste del governo Andreotti, Vanity Fair, 1° luglio 2005).

"Una volta un negoziante molto giudizioso e onesto mi chiese perchè la superbia sia sempre anche servile.Aveva infatti conosciuto un tale che con la sua ricchezza si era imposto come un grande competente commerciale,finchè andato in rovina,non aveva nessuna difficoltà a strisciare.La mia risposta fu che ,siccome la superbia pretende che gli altri disprezzino se stessi al confronto con lui,e siccome a nessuno può venire un tal pensiero se non a chi si sente già disposto a prostituirsi,forse la superbia è già un segno precursore,non fallace,della bassezza di gente simile
(I.Kant,Antropologia pragmatica)

12 commenti:

Ross ha detto...

Se Berlusconi è giunto al punto di riuscire a farti accostare un brano di Kant a una dichiarazione presa da Vanity Fair, siamo davvero rovinati. :D

Antonia ha detto...

"Bassezza di gente simile" ... mi pare l'espressione più appropiata a rendere il senso di un uomo che fa della politica uno strumento funzionale ai suoi interesse e alle sue ricchezza.Finanza plutocratica si dice in gergo.Dominio delle classi ricche,cui il popolo è asservito.
Tu sapevi,ad esempio,che l'espressione "Premier",non è sinonimo di Primo Ministro nè di Presidente del Consiglio,ma è di matrice "squisitamente" fascista?
Eh certo!!Perchè un Presidente del Consiglio che è anche proprietaro di tre tra le reti televisive più importanti del paese ha,conseguentemente,il potere di controllare l'informazione,di vincolarla,strumentalizzarla ai suoi scopi.Ne deriva l'assenza di democrazia e quindi una forma di governo che al fascismo ci assomiglia proprio tanto!!

Un sorriso.Antonia.

JAENADA ha detto...

@ross: In effetti,lo ammetto,mescolare l'autorevolezza di Vanity Fair con la frivolezza di Kant è stata un operazione piuttosto discutibile :)

Comunque confermo:siamo davvero rovinati.

@antonia: si Antonia,ma vuoi mettere il clima gaudente e ridanciano del nostro etero-fascismo con quella tristezza delle adunate in camicia nera al coro di "faccetta nera"? Ma il nostro fascismo tette e culi è tutta un'altra cosa.E poi Apicella che canta "Giovinezza" non me ce lo vedo tanto :)

Lucien ha detto...

Homo pediculus.
Mi devo ricredere su Kant! Pur amando filosofia alle superiori feci fatica a digerirlo. Certo spesso non è cosa viene insegnato ma come. Però avrei voluto essere al posto di Mammì e non di Kant.

MasterMax ha detto...

Penso che il commento su Kant da parte del Berlusca sarebbe solo: "era comunista!"

Comunque davvero un bel accostamento nella quale si evice senza giri di parole la bassezza (e non mi riferisco alla statura) di chi ci governa...

alfie ha detto...

fa pensare.....

Silvia ha detto...

Bell'accostamento :)

Kant diceva anche: "...Non dobbiamo riprometterci troppo dagli uomini nel loro progresso verso il meglio per non destare il giusto scherno dell'uomo politico, che farebbe volentieri passare la speranza del meglio per sogno di una mente esaltata..."

(Scritti etico-politici, "Se il genere umano sia in costante progresso verso il meglio")

A presto!

Spippy ha detto...

Secondo me quando Silvio si è inginocchiato davanti a Mammì era comunque più alto di lui, vista e considerata la superbia dei 7 cm di rialzo nascosti (fino a un certo punto, perchè lo sanno tutti) nelle sue scarpe..

Antonia ha detto...

Ma ... ho detto o fatto qualcosa? Non ti si vede più dalle mie parti ...

Un sorriso.Antonia.

JAENADA ha detto...

@lucien: capisco le tue motivazioni,ma io avrei preferito essere Kant perchè così Berlusconi me lo sarei evitato del tutto. (anche se essere intarvistato da Vanity Fair è una grossa tentazione) :)

@mastermax: Kant comunista?Si,insieme a Montanelli e al cardinal Martini :)

@alfie: lo spero :)

@silvia: del resto l'ha detto il Berlusca che gli elettori vanno trattati come scoleretti di terza elementare.E neanche di quelli che si siedono al primo banco :)

@spippy: sette centimetri di rialzo?Con tutto il viagra che prende forse sono diventati anche di più :)

@antonia: fighiuzza mia,ma cosa vai a pensare?E' che in questi giorni sono un pò di corsa e non voglio "arronzarti" :)

A proposito hai notizie di "Mammeta" ? :)

Antonia ha detto...

Fiuuuuuu ... meno male ^_^

No papi.Nessuna notizia purtroppo.Spero solo che stia bene.


Un sorriso.Antonia.

maria rosaria rossini ha detto...

forte in lui il valore della famiglia, evidentemente!
i filologi fanno risalire la parola famiglia al termine osco "famel", da cui deriva anche il latino "famulus", schiavo.
sembrerebbe che la radice di questi termini sia "fames", fame.
e noi, per ora, siamo la sua terza famiglia!