venerdì 2 ottobre 2009

Mala tempora currunt





Un uomo di nome Tempo


"Non so cos'è il tempo. Non so quale è la sua vera misura, ammesso che ne abbia una. So che la misura dell'orologio è falsa: divide il tempo in modo spaziale, dal di fuori. Quella delle emozioni è falsa anch'essa, lo so: non divide il tempo, ma la sensazione di esso. La misura dei sogni è sbagliata; li sfioriamo col tempo, a volte lungamente, altre volte in fretta, e ciò che viviamo è frettoloso o lento secondo un decorso di cui ignoro la natura. A volte ho l'impressione che tutto sia falso, e che il tempo non sia altro che una cornice per inquadrare ciò che gli è estraneo. Quando ripenso al mio passato, i tempi sono disposti in livelli e piani assurdi, e io, in un certo giorno del mio solenne quindicesimo anno d'età, sono più giovane di quando ero bambino seduto fra i giocattoli. La coscienza mi si confonde se penso a queste cose. So che c'è un errore, ma non so dove. E' come se assistessi a un numero di illusionismo durante il quale so di essere ingannato,ma non capisco la tecnica e la meccanica dell'inganno.
E mi vengono pensieri assurdi che tuttavia non riesco a considerare totalmente assurdi. Mi domando se un uomo che medita lentamente dentro un'automobile che corre in fretta, mi domando se costui sta andando in fretta o lentamente. Mi domando se è uguale l'identica velocità con cui cadono in mare il suicida e colui che ha perso l'equilibrio sulla litoranea. Mi domando se saranno veramente sincronici i movimenti (che occupano lo stesso tempo) di fumare una sigaretta, di scrivere questo testo e di pensare in modo impreciso.
Ma cosa è mai questo che ci misura senza misura e ci uccide senza essere? Ed è in questi momenti in cui non so nemmeno se il tempo esiste, che lo sento come se fosse una persona, e ho voglia di dormire".

(Fernando Pessoa)

8 commenti:

Antonia ha detto...

Ora è.Un attimo dopo non è più.


Un sorriso.Antonia.

Ps:perdona l'assenza.

Lara ha detto...

Splendido post anche questo, caro Jaenada! Commuove che tu lo abbia affiancato a "La mia vita in un attimo" che dice del TEMPO più di tanti filosofi che pur non hanno sbagliato ...

Ricordo invece Nietzsche:
"Anima mia, io ti insegnai a dire 'oggi' come se fosse 'un giorno' e 'un tempo', e a danzare al di sopra di "qui" e "lì" e "là" la tua danza circolare"

la signora in rosso ha detto...

il commento lo scrivo nel presente, che diventa passato e lo leggerai nel futuro...troooppo complicato.........

maria rosaria ha detto...

e il tempo si è impossessato di noi, ne siamo schiavi operosi e ossequiosi, ne amiamo i ritmi ne odiamo la scansione. è tempo di muoversi! ,)
bacio

giardigno65 ha detto...

che bello ...

maria rosaria ha detto...

'ndo tu sei?

Ross ha detto...

"So che c'è un errore, ma non so dove. E' come se assistessi a un numero di illusionismo durante il quale so di essere ingannato,ma non capisco la tecnica e la meccanica dell'inganno.
E mi vengono pensieri assurdi che tuttavia non riesco a considerare totalmente assurdi".

Come mi ritrovo in queste parole. A tanti, forse troppi livelli.

desaparecida ha detto...

anche tu giri per strani tetti in questi giorni?


Un bacio